How much: la contabilità dei lavori nella tua pendrive

Marchant_-_Odhner_clone_1950

Nella pratica professionale capita spesso di dover redigere la contabilità dei lavori di piccola entità, ristrutturazioni interne o riparazioni locali. In tal caso per redigere la contabilità dei lavori non è sempre necessaria la licenza di un software professionale, ma può essere molto utile un’applicazione leggera e versatile che puoi portare sempre con te nella tua pen drive e utilizzare su qualsiasi pc.

L’argomento del post di oggi è la contabilità dei lavori e la nuova versione di una risorsa utility “How much“, l’applicazione del blog per redigere computi metrici estimativi. Questa risorsa è stata una delle prime ad essere pubblicata, ma è anche una delle poche rimasta alla sua versione originaria. In questo post voglio descriverti tutte le principali novità di questa nuova versione, come usarla al meglio e come può tornarti utile nel tuo lavoro. Sei pronto? Partiamo.

Crea il tuo computo con un layout di stampa professionale

Il computo metrico in How much è già impaginato per la stampa in formato A4. Quello che vedrai a schermo verrà stampato su carta. Dovrai compilare solo i campi colorati in celeste. Potrai inserire nelle apposite colonne l’unità di misura con cui computare la singola lavorazione, le dimensioni e il prezzo unitario. Le quantità delle lavorazioni e l’importo di ciascuna lavorazione saranno calcolati in automatico. Potrai anche compilare la pagina del frontespizio inserendo il nome del Comune e della Provincia, l’oggetto delle lavorazioni, la data e il nome del tecnico. Nel piè di pagina potrai specificare il nome del committente.

Passando da una pagina all’altra saranno compilate automaticamente le voci Riporto e A riportare, per tenere sempre aggiornato l’importo totale.

Schermate_Computo

Crea il tuo elenco prezzi

Per velocizzare le operazioni di creazione del computo ti suggerisco creare un elenco prezzi. Se hai a che fare con tipologie di lavorazioni simili fra loro, le voci dei computi metrici probabilmente saranno sempre le stesse. Una volta inserite le voci di cui hai bisogno nell’elenco prezzi, potrai inserirle nel computo metrico con un Copia e incolla. Potrai copiare e incollare le voci dall’elenco prezzi nel computo metrico e poi usarle anche per le contabilità future, risparmiando tempo. Se la descrizione di una lavorazione è troppo lunga e non entra in un solo rigo, puoi suddividerla in più righe.

ElencoPrezzi

 

 

 

Porta l’applicazione sempre con te

How much è un file di piccole dimensioni (è inferiore ad 1 MB), puoi tenerlo tranquillamente sulla tua pennetta usb e portarlo con te dove ti pare. Puoi utilizzarlo su qualsiasi pc che abbia installato Excel di Microsoft.

 

Scarica l’applicazione

Prova adesso l’applicazione How much. Se sei già iscritto al blog, hai ricevuto il link per scaricare l’applicazione nell’email che ti ho inviato alla pubblicazione dell’articolo. Se invece non sei ancora iscritto, puoi rimediare subito cliccando sul bottone verde qui sotto. Riceverai all’istante un’email contenente il link per eseguire il download.

Compila_Campi

 

Sei già iscritto e non riesci a scaricare la risorsa? Clicca qui.

Conclusioni

Mi è capitato di vedere contabilità redatte in un editor di testo, in cui tutti i calcoli erano stati eseguiti a mano e poi ricopiati. In casi del genere se cambia la quantità di una singola lavorazione bisogna riscrivere tutto da capo, con una grossa perdita di tempo. Ho visto anche contabilità più evolute, redatte in Excel, ma dove la confusione regnava sovrana e si avevano serie difficoltà di lettura.

Come ti ho accennato all’inizio del post, se hai bisogno di redigere un preventivo o una contabilità per piccole lavorazioni, ristrutturazioni di modesta entità o riparazioni locali, How much è l’applicazione che fa per te. Se sei all’inizio della tua carriera e non vuoi investire nell’acquisto di una licenza professionale di un software di contabilità o se la tua occupazione principale non è la contabilità, ma di tanto in tanto hai bisogno di redigere computi metrici, allora ti suggerisco di provarla.

Per questa settimana è tutto. Se l’articolo e la risorsa ti sono piaciuti, puoi farli conoscere ai tuoi amici sul tuo social preferito e ai tuoi colleghi su LinkedIn cliccando sui tasti di condivisione alla fine del post.

Ti lascio con una breve citazione, che sembra scritta apposta per quest’articolo.

La creatività è importante, ma non in contabilità.

Scott C.

Al prossimo articolo.

Marco.