fbpx

Disponibile per il download la versione base gratuita di Plate Design, l’app per l’analisi di platee di fondazione in cemento armato su suolo elastico alla Winkler. La versione base di quest’app ti permetterà di valutarne le caratteristiche prima di passare alle funzionalità avanzate della versione Premium.

plate design: provala gratis - platee di fondazione

Plate Design è l’applicazione leggera e versatile che ti permetterà di eseguire l’analisi di platee di fondazione e il dimensionamento dello spessore e dell’armatura della fondazione. 


Plate Design: ecco cosa puoi fare con la versione base gratuita

Esegui il calcolo di una platea di fondazione in pochi semplici passi:

  • inserisci le dimensioni in pianta della platea;
  • scegli lo spessore della platea;
  • definisci la costante elastica k per suolo alla Winkler;
  • inserisci le proprietà meccaniche del calcestruzzo;
  • inserisci la posizione e lo scarico dei pilastri;
  • scegli la dimensione della mesh con cui discretizzare la platea.

Input del modello per la platea di fondazione

platee di fondazione: plate design input

Potrai inserire i dati di input in un’unica schermata e visualizzare in tempo reale la platea in pianta e la posizione dei pilastri. Per assegnare le sollecitazioni trasmesse dai pilastri ti basterà eseguire un’analisi dei carichi per valutare lo scarico in fondazione. Nel caso di strutture prefabbricate potrai inserire gli scarichi forniti dall’azienda produttrice.

Risultati dell’analisi: visualizza la deformata in 3Dplatee di fondazione: plate design deformata

Con Plate Design potrai visualizzare la deformata della platea in una vista tridimensionale e in una vista dall’alto grazie ad un grafico a curve di livello. Potrai eseguire una rotazione del modello nella vista 3D grazie agli appositi comandi di navigazione. Potrai subito individuare i punti della piastra che subiscono gli spostamenti maggiori, utilizzando la legenda dei colori alla destra del grafico.

Risultati dell’analisi: diagrammi delle sollecitazioni

platee di fondazione: plate design sollecitazioni

Individua i punti più sollecitati della piastra grazie ai grafici a curve di livello delle sollecitazioni. Visualizzare la distribuzione delle sollecitazioni ti sarà utile per disporre l’armatura della piastra, utilizzando un infittimento delle barre di armatura laddove le sollecitazioni sono più elevate.Potrai visualizzare i grafici bidimensionali delle sollecitazioni flettenti e taglianti e individuare i valori delle sollecitazioni grazie alla scala cromatica di colori.

Platee di fondazione: il metodo di calcolo

Plate Design risolve il problema statico della piastra su suolo elastico alla Winkler utilizzando il metodo delle differenze finite. La piastra di fondazione viene discretizzata tramite un reticolo a maglie quadrate di dimensioni MxN (M = numero di nodi lungo l’asse X, N = numero di nodi lungo l’asse Y).

Per ciascun nodo del reticolo le equazioni differenziali del problema elastico vengono scritte sotto forma di differenze finite. L’applicazione crea la matrice dei coefficienti, calcola la matrice inversa e i cedimenti per ciascun nodo del reticolo. Noti i cedimenti della platea per ciascun punto del reticolo, il software passa al calcolo delle sollecitazioni.


Plate Design: scarica la versione base gratuita

Ultima versione: 3.0

Inserisci il tuo nome e la tua mail per scaricare la versione gratuita di Plate Design. Riceverai all’istante una mail contenente il link per eseguire il download.

    Il tuo nome:* (es. Marco)

    La tua email:*

    -

    Codice risorsa: B04


    Le funzionalità avanzate della versione Premium

    La versione Premium di Plate Design ti consentirà di usufruire di una serie di funzionalità e moduli avanzati, tra cui il progetto e verifica  automatico dell’armatura della platea, la verifica geotecnica della fondazione per carico limite e scorrimento e l’opzione di stampa della relazione tecnica. Ti riassumo nella tabella seguente le caratteristiche della versione BASE e della versione Premium.

    plate design features

    Plate Design Premium: dimensiona l’armatura della platea

    plate design armatura

    In questo modulo potrai eseguire il progetto e la verifica dell’armatura della platea per flessione e taglio. Potrai analizzare fondazioni di nuova costruzione oppure fondazioni esistenti, scegliendo il Livello di Conoscenza raggiunto e il Fattore di Confidenza da applicare alle resistenze dei materiali. L’armatura necessaria viene calcolata in direzione X e Y e viene eseguito un controllo sui minimi di armatura consentiti.

    Plate Design Premium: verifica geotecnica per carico limite e scorrimento

    plate design geotecnica

    In questo modulo potrai eseguire la verifica geotecnica per carico limite e scorrimento della fondazione superficiale a platea inserendo i parametri geotecnici del terreno e i dati geometrici relativi alla profondità del piano di posa e all’inclinazione del piano di carico e del piano campagna. Il carico limite viene calcolato applicando la formula trinomia di Terzaghi per il calcolo della capacità portante del complesso fondazione-terreno. La verifica viene eseguita sia a breve termine in condizioni non drenate che a lungo termine in condizioni drenate, nel caso di terreni a grana fine (limi e argille).

    Plate Design Premium: stampa delle relazioni tecniche

    plate design stampa

    Potrai scegliere diverse opzioni di stampa: stampare una dettagliata relazione tecnica per ciascun modulo dell’applicazione oppure una relazione complessiva che racchiude in un unico documento la relazione di analisiverifica strutturale (STR) e di verifica Geotecnica (GEO).

    Plate Design: requisiti minimi di sistema

    L’applicazione Plate Design è implementata in Microsoft Excel, il software di calcolo più diffuso al mondo. Requisiti minimi per il corretto funzionamento: Microsoft Excel 2007 o versioni successive. L’app non è compatibile con altri applicativi di calcolo quali OpenOfficeLibreOfficeGoogle Spreadsheet etc.


    Platee di fondazione: scarica la versione Premium

    Per usufruire di tutte le caratteristiche avanzate della versione Premium di Plate Design, clicca sul tasto qui sotto. Potrai scaricare la versione completa dell’applicazione.

    scarica plate design


    Suggerisci l’app Plate Design ad un amico

    Fammi sapere che ne pensi di questa risorsa nei commenti qui sotto. Se vuoi condividerla con i tuoi amici e colleghi sul tuo social preferito, il modo migliore per farlo è cliccare sui tasti di condivisione in fondo alla pagina.

    17 thoughts on “Plate Design: analisi di platee di fondazione. Scarica la versione base gratuita

    • 4 Luglio 2022 alle 3:37 am
      Permalink

      Buongiorno Marco e complimenti per il programma! Volevo un chiarimento se possibile: nel modulo di verifica armatura, poichè ho dei problemi di verifica dell’armatura a taglio, è possibile inserire ulteriori armature e diversificare le zone di inserimento? nel modulo credo si possa inserire solo il diametro ed il passo dell’armatura ipotizzando 1 m di platea tipo….è corretto? Grazie

      Rispondi
    • 24 Giugno 2022 alle 2:17 am
      Permalink

      Buongiorno Marco,
      Una curiosità, nel calcolo della capacità portante del terreno che formula viene utilizzata, Brinch Hansen? I coefficienti della formula si possono inserire o vengono calcolati automaticamente?
      Grazie

      Rispondi
    • 2 Aprile 2021 alle 8:43 am
      Permalink

      Buonasera Marco
      ho apprezzato molto Wally ed ora sto valutando di utilizzare la versione premium di Plate Design. Dato che spesso devo progettare platee, anche su pali, per edifici prefabbricati in legno calcolati dal produttore che mi fornisce gli scarichi, mi chiedevo se è possibile inserire dei carichi distribuiti (es. pareti portanti) oltre che carichi concentrati (pilastri) e se prevedi di sviluppare anche una versione per le platee su pali.
      Grazie per l’attenzione e Buona Pasqua.

      Rispondi
      • 7 Aprile 2021 alle 11:02 am
        Permalink

        Per modellare carichi distribuiti linearmente puoi inserire una successione di scarichi concentrati ad interasse constante. Nella prossima versione sarà aggiunta una funzionalità apposita.
        Ciao
        Marco

        Rispondi
    • 13 Dicembre 2017 alle 5:12 pm
      Permalink

      Non credo che tu abbia bisogno dei miei complimenti su tutto quello che hproponi nel blog. Mi sono incuriosito per il taglio pratico e chiaro con cui tratti i vari argomenti . Ho scaricato la risorsa in oggetto che ho analizzato per scopi puramente conoscitivi. Volevo chiederti perchè nella piastra quadrata che proponi ad esempio e caricata simmetricamente i momenti Mx e My sono sensibilmente diversi. Grazie

      Rispondi
      • 13 Dicembre 2017 alle 10:31 pm
        Permalink

        Ciao Ennio, grazie del commento. Nell’esempio preimpostato di Plate Design la piastra è simmetricamente caricata, ma la disposizione dei carichi è diversa rispetto all’asse di simmetria parallelo ad X e ad Y. Le due forze concentrate giacciono entrambe sull’asse di simmetria parallelo ad X. Rispetto all’asse di simmetria parallelo ad Y sono una a destra e l’altra a sinistra. Pertanto la piastra presenta una maggiore inflessione intorno all’asse X. Di qui deriva la differenza fra i momenti Mx e My.

        Rispondi
    • 5 Aprile 2017 alle 9:00 am
      Permalink

      Buongiorno Ing. Marco,

      Complimenti per il tuo lavoro. E’ stato molto utile per il mio lavoro. Vorrei solo chiederLe di come il programma Plate Design (Progettazione di una Platea di Fondazione) si calcola il Peso Proprio della Fondazione?

      Grazie mille.

      Armando

      Rispondi
      • 5 Aprile 2017 alle 12:35 pm
        Permalink

        Ciao Armando,
        Plate Design non calcola il peso proprio della fondazione.
        L’applicazione utilizza il modello di suolo alla Winkler, ovvero costituito da un letto di molle indipendenti l’una dall’altra. Se sulla piastra agisse un carico uniformemente distribuito (come per esempio il peso proprio) si avrebbe un cedimento uniforme in ogni punto della piastra e di conseguenza non si avrebbe nessuna sollecitazione, cioè la piastra risulterà essere scarica. Pertanto se il tuo scopo è calcolare le sollecitazioni all’interno della piastra puoi anche non considerare il peso proprio.
        Ciao.
        Marco.

        Rispondi
        • 5 Aprile 2017 alle 2:10 pm
          Permalink

          Perfetto. Grazie Mille Ing.
          Buon Lavoro.
          Saluti

          Armando

          Rispondi
    • 6 Marzo 2017 alle 9:28 am
      Permalink

      Ciao Marco, complimenti per il tuo lavoro e il contributo che dai.
      Volevo solo chiederti se i carichi debbano essere nominali o maggiorati secondo i coefficienti degli stati limite. Grazie

      Rispondi
      • 9 Marzo 2017 alle 5:03 pm
        Permalink

        Grazie del commento Ugazio. In Plate Design i carichi devono essere inseriti già amplificati a seconda della combinazione di carico che stai analizzando.
        Ciao.
        Marco.

        Rispondi
    • 22 Febbraio 2017 alle 7:42 pm
      Permalink

      Buonasera,
      se invece dei carichi concentrati dei pilastri, si avesse un carico distribuito sull’intera piastra come ad esempio l’acqua per una piscina come si potrebbe inserire tale carico?

      Grazie

      Rispondi
      • 23 Febbraio 2017 alle 10:45 am
        Permalink

        Ciao Illirico,
        l’applicazione Plate Design utilizza il modello di suolo alla Winkler, ovvero costituito da un letto di molle indipendenti l’una dall’altra. Se sulla piastra agisse un carico uniformemente distribuito (come per esempio l’acqua che tu hai citato) si avrebbe un cedimento uniforme in ogni punto della piastra e di conseguenza non si avrebbe nessuna sollecitazione, cioè la piastra risulterà essere scarica. Pertanto non avrebbe senso inserire un carico uniformemente distribuito se il tuo scopo è calcolare le sollecitazioni all’interno della piastra.
        Ciao.
        Marco.

        Rispondi
    • 10 Ottobre 2016 alle 8:42 am
      Permalink

      Ciao Marco, complimenti per il file.
      Vorrei però segnalarti che potrebbero esserci errori nella computazione geometrica delle coordinate dei carichi.
      Prova ad inserire una platea 2.00×2.00 e con un unico carico, anche unitario, al centro della platea, cioè nel punot 1.00,1.00.
      Ci si aspettano sollecitazioni e deformazioni simmetriche.
      Grazie 😉

      Rispondi
      • 10 Ottobre 2016 alle 4:36 pm
        Permalink

        Ciao Fernando,
        si tratta di un problema di discretizzazione del reticolo. Prova ad inserire un Delta del reticolo pari a 0.10 m e inserisci nelle coordinate della forza X=1.10 e Y=1.10, vedrai che la deformata sarà simmetrica (per rendertene conto inserisci uno spessore della piastra ridotto, per esempio 10 cm).
        In pratica quando il punto di applicazione della forza non coincide con un nodo del reticolo, la forza viene applicata nel primo nodo a sinistra e in basso (guardando lo schermo) rispetto al punto di applicazione.
        Ciao 😉

        Rispondi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.