Teoria di Jourawsky: come applicarla senza perdersi in formule [video]

La Teoria di Jourawsky fu formulata nell’800 ed è ancora oggi utilizzata per calcolare la distribuzione di tensioni tangenziali agenti su una sezione. I diagrammi delle tensioni tangenziali presentano andamenti di non immediata comprensione, in particolar modo per le sezioni sottili (per esempio le sezioni a doppio T). Nel nuovo video di oggi ti mostro come applicare la teoria di Jourawsky ad una sezione rettangolare e ad una sezione a doppio T. Scommetto che dopo aver visto questo video, i diagrammi delle tensioni tangenziali ti saranno molto più chiari. Buona visione 🙂

Guarda il video sulla teoria di Jourawsky (clicca su PLAY)

Come hai potuto vedere dal video, la teoria di Jourawsky impone l’equilibrio di una porzione del concio di trave soggetto alle tensioni normali derivanti dal momento flettente. All’interno del video viene richiamato il principio di reciprocità delle tensioni tangenziali. Questo principio è alla base dell’applicazione della teoria di Jourawsky. Per dare una ripassata ti suggerisco di visitare questo link

La teoria di Jourawsky è di fondamentale importanza per eseguire verifiche tensionali per sezioni sollecitate a taglio o torsione. Ci sono casi in cui è necessario eseguire una verifica tensionale, come per esempio per le sezioni in acciaio in classe 3. Capire perché le tensioni tangenziali hanno una determinata distribuzione ci aiuterà nella corretta esecuzione delle verifiche.

Iscriviti al canale YouTube

Per non perderti la pubblicazione di nuovi video, iscriviti al canale YouTube. Clicca sul bottone qui sotto e poi sul tasto Iscriviti.

Prima volta qui sul blog? Iscriviti alla newsletter del blog per ricevere gli ultimi articoli e risorse direttamente nella tua casella email. Puoi completare l’iscrizione compilando i campi qui sotto. Riceverai subito un’email per il download di quattro applicazioni utili per il tuo lavoro.


Se questo nuovo video ti è piaciuto, puoi suggerirlo ai tuoi amici e colleghi sul tuo social preferito o su LinkedIn cliccando sui tasti di condivisione che trovi in fondo alla pagina.

Al prossimo post.

Marco.